13 dicembre 2017

24-36 mesi

Il bambino è sempre più autonomo, ormai avrà imparato a mangiare da solo e avrà sviluppato dei gusti specifici, preferendo degli alimenti rispetto ad altri. Il suo fabbisogno calorico, in proporzione al suo peso, è quasi il doppio di quello di un adulto. È il momento adatto per consolidare certe abitudini corrette, come mangiare frutta e verdura regolarmente. In questo periodo sono importantissime le vitamine B12 per lo sviluppo nervoso, la vitamina D per la lo sviluppo osseo e il ferro, essenziale per una crescita armonica e sana, presente in carne, pesce, uova e legumi, ricordando che la carne non andrebbe consumata tutti i giorni, ma alternata ad altri gruppi alimentari.

La frutta secca come noci e mandorle possono costituire buoni spuntini, sia dal punto di vista energetico che dal punto di vista nutritivo, perché fonte di zinco, magnesio calcio e omega-3 grassi polinsaturi, che sono presenti anche nel pesce. Le vitamine del gruppo B le possiamo trovare nel gruppo dei cereali, che se integrali risultano più ricchi di vitamine e aminoacidi essenziali, preferendo varietà antiche come pasta Senatore Cappelli o Saragolla.

by Renata Alleva