24 aprile 2017

5 rimedi detox per la primavera

Quando arriva la primavera spesso si sente il bisogno di disintossicare un po’ l’organismo in modo da essere pronti a godersi al meglio la bella stagione, potendo contare su un fisico leggero, in salute e dunque anche più efficiente e carico di energia.

Esistono alcuni rimedi naturali che sono particolarmente indicati proprio in questo periodo dell’anno per favorire il detox. Non si tratta di nulla di miracoloso ma di piccoli aiuti che possono fare le differenza se uniti ad una sana alimentazione e alla giusta dose di movimento (ad esempio una semplice passeggiata a passo svelto di 30 minuti al giorno).

Per favorire l’eliminazione delle scorie e delle tossine in primavera si possono utilizzare ad esempio:

Linfa di betulla
La linfa di betulla è il prodotto naturale drenante e disintossicante per eccellenza della primavera. Si tratta di una sostanza che viene estratta dalle betulle proprio in questa stagione e che risulta essere particolarmente benefica per il nostro sistema linfatico. La linfa di betulla stimola la diuresi e dunque la depurazione delle scorie ma allo stesso tempo è ricca di sali minerali e favorisce quindi la giusta mineralizzazione del nostro corpo. Si può bere pura oppure diluita in acqua, la dose generalmente consigliata è un bicchiere da assumere quotidianamente per circa un mese.

Tarassaco
Il Tarassaco è una pianta ottima per disintossicare il fegato, uno degli organi fondamentali per assicurare l’eliminazione delle sostanze nocive o inutili dal nostro corpo. Le foglie o le radici di questa pianta si possono assumere sotto forma di tisana, se amate sorseggiare delle bevande calde o tiepide, oppure in tintura madre (ovvero in gocce). Il tarassaco si trova facilmente disponibile in erboristeria e con esso potrete realizzare un infuso da bere un paio di volte al giorno. Si prepara semplicemente lasciando in infusione un cucchiaino di tarassaco in acqua bollente per 5-10 minuti. In alternativa c’è la tintura madre di cui si possono assumere 30-50 gocce due volte al giorno per un mese circa.

Succo d’Aloe vera
Questo rimedio naturale disintossicante (ma non solo) è indicato in diversi momenti dell’anno ma è proprio in primavera che si possono sfruttare al meglio le proprietà detox dell’aloe. Importante però scegliere un succo di aloe di buona qualità (deve essere 100% aloe vera) e senza aloina, sostanza che può essere irritante per il sistema gastro intestinale. Il succo va assunto 2 o 3 volte al giorno per una ventina di giorni (in genere il tempo di finire una confezione), la singola dose corrisponde ad un misurino sempre presente insieme al flacone che solitamente corrisponde a circa 20 ml.

Acque aromatizzate
Idratare il nostro corpo è sempre importante ma quando inizia a fare caldo lo è ancora di più. Bisognerebbe bere almeno 1 litro e mezzo o 2 di acqua ogni giorno anche per favorire la corretta disintossicazione, tante persone però prese dalla fretta o perché non hanno un grande stimolo della sete, spesso non raggiungono il giusto quantitativo di acqua quotidiano. Possono venire in aiuto allora le acque aromatizzate che sono buone, invogliano quindi a bere di più, e sono depurative. Si possono utilizzare per prepararle frutti come il limone, verdure come i cetrioli, piante come la menta o spezie come lo zenzero. Ecco una ricetta semplicissima: in una bottiglia da 2 litri d’acqua aggiungete 1 cetriolo tagliato in piccoli pezzi, 1 limone non trattato a fettine, 10 foglie di menta e un pezzetto di zenzero fresco (potete scegliere anche solo alcuni di questi ingredienti o sostituirli con altri di vostro gradimento). Lasciate il tutto in infusione in frigo per una notte prima di gustare la bevanda, meglio se a temperatura ambiente.

Probiotici
L’intestino è un organo che dovremmo tenere sempre in buona salute per favorire così il benessere di tutto il corpo. Spesso però è messo a dura prova a causa di un’alimentazione sregolata, del nostro stile di vita sbagliato, dello stress, ecc. La primavera può essere il momento ideale per prendersi cura dell’intestino utilizzando dei probiotici, più comunemente noti come fermenti lattici o “batteri buoni”. In farmacia e erboristeria trovate disponibili degli integratori di probiotici in capsule che contengono milioni o miliardi di fermenti lattici di specie differenti. Importante sceglierli di buona qualità e, se esistono problematiche intestinali specifiche, magari optare per alcuni ceppi in particolare. Fatevi aiutare in questo da un esperto.

Alcuni rimedi naturali possono avere delle controindicazioni: se siete soggetti allergici, assumete farmaci o soffrite di qualche patologia chiedete sempre consiglio al vostro medico prima di assumerli.

by Francesca Biagioli