22 dicembre 2016

A Natale puoi…

A Natale puoi decidere di vivere questi giorni di festa semplicemente festeggiando, mangiando con i parenti e aprendo regali per poi tornare alla normalità, oppure puoi decidere di creare un’atmosfera magica fatta di tradizione, amore e famiglia vera.

Può sembrare che non ci sia differenza tra le due definizioni di Natale, ma c’è eccome!

Non sempre passare del tempo insieme attorno ad una tavola imbandita di ogni splendida pietanza acquista il giusto valore di questo momento magico e unico nell’anno, i bambini assorbono e portano con loro a vita le sensazioni che provano nei vari momenti di vita, e questo periodo può essere la base per un’idea di famiglia e tradizione, dovete solo decidere quale.

Rilassatevi, non correte, collaborate e rendete partecipi i vostri bambini di ogni momento della giornata, i tempi sono sempre troppo stretti e le frasi che spesso ci troviamo a dire “sono in ritardo, non faccio in tempo, non riuscirò a finire tutto…” creano una chiusura verso la collaborazione con i più piccoli che diventano un intralcio nelle faccende, così prepariamo mille pietanze e allestiamo tavola e casa a festa senza che loro possano partecipare.

Nuova regola? A Natale non si corre!!

Per una volta non importa il risultato, ma il procedimento, la creazione e preparazione di un momento di condivisione, vuoi mettere vivere una cena o un pranzo felicemente o vivere tutti i giorni che precedono e posticipano il 25 dicembre?

Fate tutto insieme, ma soprattuto divertitevi nel farlo, senza aspettative sul prodotto finale, godete del momento che state vivendo, mettete musica di sottofondo, magari natalizia, ballate e cantate con i bambini mentre preparate tutto, un bel grembiule, uno sgabello per essere all’altezza giusta, attrezzi per adulti e altri per bambini e tutti insieme a pasticciare!

Pensate vi stia descrivendo la famiglia del mulino bianco? No tranquilli, ho omesso capricci, fatiche e pasticci perché se avete bambini le conoscete benissimo, ma ogni tanto è bello sentirsi anche “famigli perfetta” in tutto il suo disordine, no?

Tornate bambini e togliete gli orologi, parlate, raccontate quello che state facendo date un nome ad ogni emozione che vivete, i bambini hanno bisogno di sentirsi dire che siete felici di stare con loro, che siete agitati per l’arrivo di Babbo Natale, che siete curiosi di sapere cosa vi porterà…

Sotto l’albero è bene mettere tutti i pacchetti, non solo quelli dei bambini perché è importante condividere anche le gioie di mamma e papà che ricevono un dono, anche piccolo e simbolico, ma pieno di emozione.

Scartate un regalo alla volta e date importanza al pensiero che qualcuno (Nonno, mamma, zio o amico che sia) ha avuto nel chiedere a Babbo Natale qualcosa per voi!

E per i bambini che cominciano a dubitare dell’esistenza di Babbo Natale? Basta rispondere che la magia è nel cuore di ognuno, e che voi ci credete anche se siete “grandi”, non è importante che sia vero al 100%, ma la cosa più bella è crederci e aspettarlo, e ogni anno la magia si realizza.

Date il Vostro valore a queste feste, per alcuni è un momento di preghiera, per altri è il ricongiungimento con parenti lontani, o semplicemente del tempo da passare insieme, ma in ogni situazione descritta c’è una magia immensa, che porta e lascia ricordi indelebili nei cuori di tutti.

Buon Natale a tutti! Io non vedo l’ora che arrivi!!!!!

by Tata Simona