17 luglio 2017

I cibi “spazzini” per disintossicarsi durante l’estate

Con il caldo si può favorire il detox assumendo alcuni cibi ricchi d’acqua e rigorosamente di stagione

La natura ci offre sempre la frutta e la verdura migliore per le esigenze del nostro organismo stagione dopo stagione. In estate tutto è particolarmente ricco d’acqua in modo da idratarci ma anche favorire l’espulsione dei liquidi in eccesso e dunque aiutare il processo depurativo.

Dovremmo mangiare più spesso alcuni cibi di origine vegetale tipici della bella stagione, freschi e gustosi alleati del detox ma anche idratanti, remineralizzanti, utili a fronteggiare il caldo, antiossidanti e perfetti per favorire la pulizia del tratto gastrointestinale donandoci un maggiore senso di leggerezza.

Possiamo parlare di cibi “spazzini” anche se le loro proprietà, come avrete capito, non si fermano certo a questo. Ma di che alimenti parliamo?

Cetriolo: nelle insalate estive non dovrebbe mai mancare il cetriolo, un ortaggio ricchissimo di acqua e dunque perfetto per idratare il corpo quando fa molto caldo. I cetrioli sono diuretici e disintossicanti, contrastano la ritenzione idrica e aiutano a sgonfiare la pancia contribuendo a tenere pulito l’intestino.

Cocomero: o anguria che dir si voglia, è un frutto ricco di acqua (circa il 90% della sua composizione) e dal sapore dolce. Utile per idratarci, donarci sali minerali e vitamine e dunque farci fronteggiare meglio il caldo. Favorisce inoltre la diuresi e la depurazione ma è in grado anche di diminuire il senso di fame.

Melone: questo frutto tipico dell’estate contiene molta acqua, vitamine e sali minerali. E’ in grado quindi di rinfrescare ma allo stesso tempo depurare, in particolare i reni. Non dimentichiamoci poi che il melone è ricco in betacarotene, un antiossidante utile anche a prevenire il cancro.

Albicocche: altri frutti particolarmente amati in estate sono le albicocche. Anch’esse ricche in sali minerali, vitamine e sostanze antiossidanti come flavonoidi, polifenoli e betacarotene.

Fragole: sono ricche in vitamina C, hanno proprietà antinfiammatorie e aiutano la nostra pelle a difendersi dai raggi UV. Sono un frutto che apporta poche calorie ma dona molti nutrienti utili al nostro organismo.

Ananas: uno dei frutti disintossicanti per eccellenza è l’ananas. Unico svantaggio è che viene da lontano e deve percorrere molti chilometri prima di arrivare sulle nostre tavole. Ricco di acqua, sali minerali e vitamine, l’ananas ha grandi proprietà depurative e, soprattutto nella parte interna che scartiamo, contiene bromelina una sostanza che aiuta la digestione.

Frutti di bosco: ricchi in antiossidanti, i frutti di bosco aiutano a bruciare i grassi, hanno proprietà antinfiammatorie e, grazie soprattutto alla presenza di fibre, consentono di tenere a bada il colesterolo. Sono inoltre dissetanti e ipocalorici.

Melanzane: questi ortaggi, ricchi d’acqua, sono diuretici e drenanti ma allo stesso tempo remineralizzanti (contengono potassio, magnesio, fosforo e vitamine). Naturalmente per godere di questi vantaggi bisogna consumare le melanzane cotte in maniera leggera evitando le fritture.

Pomodori: non solo depurativi e diuretici, i pomodori sono tra gli ortaggi più ricchi di proprietà. Spiccano in particolare le loro doti antiossidanti (contengono soprattutto licopene) e la presenza in essi di vitamina C e fibre. Possono aiutare nella prevenzione di alcuni tipi di tumore e delle malattie cardiovascolari.

Appena arrivato settembre, poi, non dimenticate di inserire in questo elenco anche l’uva! Esiste addirittura una vera e propria “cura” a base di questo frutto. Si tratta dell’ “ampeloterapia” che prevede di mangiare solo uva per uno o più giorni in modo da disintossicare l’organismo.

Come consumarli
La frutta e le verdure sopra consigliate si dovrebbero consumare, nella maggior parte dei casi, crude. Fanno eccezione le melanzane che vanno invece sempre cotte per limitare la presenza di solanina (sostanza tossica) e il pomodoro, particolarmente benefico sia crudo che cotto. Via libera dunque ad insalatone, macedonie ma anche ad estratti, ghiaccioli e gelati fai da te (magari evitando lo zucchero e scegliendo dolcificanti naturali). Ottime soluzioni depurative sono anche le acque aromatizzate.

Ricordatevi però di prediligere sempre frutta e verdura biologica, in modo da evitare il più possibile la presenza di pesticidi.

by Francesca Biagioli