01 maggio 2017

Cosa eliminare e cosa tenere, in tavola

L’alimentazione di oggi purtroppo si è molto allontanata dal modello mediterraneo e ci ha portato ad eccessi non salutari. Vista la stretta relazione tra alimentazione e salute è necessario correggere alcuni errori che commettiamo giornalmente:

a. L’eccesso di sale: lo introduciamo sia aggiungendolo alle pietanze, sia mangiando con più frequenza alimenti che lo contengono già (formaggi, salumi, pesce, carne e verdure) o alimenti industriali in cui viene aggiunto, a volte in eccesso, per conferire più sapore (snack, crackers, patatine fritte, salse).

b. L’eccesso di zucchero: da quello utilizzato per addolcire le bevande (caffè, tè, latte), al consumo eccessivo di merendine, snack dolci o cereali da colazione, fino agli yogurt alla frutta che ne sono generalmente molto ricchi, ma soprattutto attraverso il consumo di bevande zuccherate e gassate.

c. Abuso di grassi (in particolare grassi saturi): li assumiamo consumando carne rossa e formaggi, a discapito dei legumi che rappresentano un’ottima fonte di proteine con una bassissima quantità di grassi. Attenzione, i grassi sono anche contenuti in molti snack, biscotti, fette biscottate. Inoltre qui in genere si tratta di olio di palma, un grasso saturo non salutare che innalza i livelli di colesterolo nel sangue.

FRUTTA E VERDURA
Una disamina a parte meritano frutta e verdura: sono ottimi regolatori intestinali, apportano acqua, fibre, sali minerali e antiossidanti importanti (polifenoli, licopene, vitamina C, antociani) che combattono lo stress ossidativo e prevengono l’invecchiamento. Ricordiamo ad esempio che alcuni studi convengano che 5 porzioni al giorno di frutta e verdura al giorno possano avere una funzione preventiva delle patologie tumorali.

Sapevi che…

Il licopene contenuto nei pomodori è importante nella prevenzione del tumore alla prostata?

Il sulforafano, una sostanza contenuta nei cavolfiori, è un potente antitumorale?

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA 
Alimento principe della dieta mediterranea, non è solo buono, ma anche ricco di proprietà nutraceutiche. Antiossidante, grazie al contenuto di polifenoli, aiuta la digestione e per la presenza dell’acido oleico previene la stitichezza, abbassa i livelli di colesterolo ed è un antinfiammatorio naturale.

Contiene vitamina E, molto importante per il sistema nervoso o come antiossidante per contrastare i radicali liberi e lo stress ossidativo.

I PRODOTTI BIO
I pesticidi, molto usati dall’agricoltura convenzionale, sono sostanze pericolose per la salute dell’uomo, oltre che fortemente inquinanti per la loro persistenza nell’ambiente anche dopo molti anni dal loro utilizzo. L’esposizione diretta (quella degli agricoltori) e indiretta (attraverso il cibo), è una delle possibili cause di alcuni tipi di tumore e di patologie neurodegenerative (Sclerosi, autismo, Parkinson).

I bambini e le donne in gravidanza sono i più sensibili a questi agenti infestanti, ma potenzialmente ognuno di noi potrebbe subirne le conseguenze poiché attaccano direttamente il DNA.

Una buona prevenzione è rappresentata dal mettere in tavola prodotti BIO non trattati con pesticidi di sintesi, e quindi più sani.

by Renata Alleva