19 giugno 2017

Depurarsi con un bicchiere d’acqua calda

Spesso per favorire la depurazione del corpo cerchiamo rimedi particolari o che arrivano da lontano. Ci dimentichiamo invece che anche ingredienti semplici e di uso quotidiano possono aiutare il detox.
Uno di questi è l’acqua, meglio se calda!

E’ risaputo che bisogna bere almeno 1 litro e mezzo d’acqua al giorno per garantire la giusta idratazione al corpo ma anche per favorire l’eliminazione delle tossine. Pochi però sanno che per godere al meglio di tutti benefici di questa bevanda sarebbe meglio evitare di assumerla fredda e anche a temperatura ambiente. La migliore acqua depurativa è quella calda! La temperatura più alta, infatti, consente non solo di sfruttare l’effetto detox ma aiuta anche a migliorare le funzioni intestinali, ad attivare il metabolismo e tanto altro.

Depurarsi utilizzando acqua calda è molto semplice. Questa tecnica, cara alla tradizione Ayurvedica, si serve infatti semplicemente di alcuni bicchieri o tazze di acqua calda (non bollente) da sorseggiare nel corso della giornata. Vediamo come…

Come e quanta acqua bere
Innanzitutto bisogna sapere che è consigliato non prendere acqua calda direttamente dal rubinetto ma piuttosto farla bollire per circa 10 minuti. Va bevuta dopo averla fatta un po’ raffreddare, considerate che la temperatura più adatta può variare in base alla sensibilità personale (ovviamente non bisogna bruciarsi). I momenti migliori per assumerla è lontano dai pasti in modo che possa fare al meglio il suo lavoro di pulizia interno e non vada ad interferire con la digestione. Si consiglia di iniziare già con un bel bicchiere d’acqua calda la mattina appena svegli mentre dopo mangiato è bene aspettare almeno 2 ore prima di sorseggiare nuovamente la propria acqua. Non è necessario utilizzare acqua minerale, va bene anche quella del rubinetto soprattutto se abitate in zone dove questa è particolarmente buona. Quanta berne ogni giorno? Anche in questo caso il quantitativo è variabile, generalmente si attesta intorno ad 1 litro e mezzo. La cosa più comoda è preparare il quantitativo di acqua giornaliero di prima mattina e inserirlo in un thermos da portare con sé al lavoro o fuori casa per avere sempre a disposizione la propria acqua calda.

Vantaggi
Oltre all’effetto detox, dopo poco tempo si noteranno anche altri vantaggi. Il primo è quello sul metabolismo che questa semplice tecnica contribuisce a risvegliare (provate ad esempio a bere acqua calda in concomitanza di una dieta dimagrante). Ne beneficerà poi la circolazione sanguigna e l’intestino che vedrà migliorare la sua regolarità e risolvere o alleviare eventuali problemi di stitichezza. L’effetto depurativo, invece, si noterà non solo internamente all’organismo ma anche sulla pelle che risulterà in breve tempo più idratata e luminosa.

Sorseggiare acqua calda può aiutare anche a limitare i dolori mestruali e in generale i crampi addominali.

by Francesca Biagioli