22 dicembre 2017

Essere a dieta sotto Natale: è possibile?

Resistere alle tentazioni si deve? A volte sì, a volte no.

Giusto mezzo e qualche strategia: ecco i segreti per non deprimersi a Natale, anche se si è a dieta.

Si avvicina quel periodo dell’anno in cui OVUNQUE ti volti si presenta un’occasione conviviale durante la quale il grande protagonista è il cibo. Si mangia alle cene aziendali, si mangia all’aperitivo con “quelli del tennis”, si brinda alla salute del nuovo anno. Ieri, per dire, c’è stato il mensile appuntamento del mio circolo di lettura e indovinate cosa abbiamo fatto, prima di scegliere il libro da leggere e con cui aprire il 2018? Abbiamo mangiato un sacco di leccornie per festeggiare un 2018 pieno di libri! Sono solidale con chi, in questo periodo, è a dieta e non vuole perdere ciò che ha faticosamente conquistato nei mesi precedenti a dicembre. Sorella: ti comprendo, ci sono passata anch’io e so cosa si prova quando qualunque scusa è quella buona per dolcetti, caramelle, torte, pastefrolle e biscotti allo zenzero.

Lo so che stai pensando che l’unica soluzione sia emigrare su un’isola deserta, studiare liti strategiche con tutti i parenti e renderti odiosa per il prossimo mese nella speranza che nessuno ti voglia sotto l’albero. So anche che quando passi per certe vie piene di luminarie e colori e mercatini francesi e leccornie di ogni tipo, hai un unico pensiero: buttare tutto all’aria e strafogarti di ogni ben di Dio come non ci fosse domani. Sappi che è NORMALE, che non devi sentirti in colpa e che in questo periodo dell’anno è più difficile per chiunque, resistere. Sappi anche che la soluzione non è diventare un’asceta e sparire o – al contrario – buttare alle ortiche (o al panettone, che dir si voglia) tutto quello che hai fatto fino a questo momento.

La giusta via di mezzo
La soluzione per rimanere a dieta e non stressarti è trovare una via di mezzo: concedi delle eccezioni alla tua regola, impara a silenziare il senso di colpa ma non trasformare le eccezioni in norma. Cerca di pianificare le tue uscite in modo che non siano più di una o due a settimana e nelle giornate in cui sai che uscirai dalla tua corretta routine alimentare, mangia in maniera bilanciata durante gli altri pasti, senza digiunare.

Muoviti il più possibile
Oltre allo sport che pratichi con costanza, incrementa la quantità di movimento che ti concedi ogni giorno: potresti alzarti un po’ prima e prendere la metropolitana alla fermata successiva o andare al lavoro a piedi. Passeggiare per mercatini o per comprare i regali alla famiglia, può trasformarsi nell’occasione giusta per una camminata extra che male non fa. E se hai bambini, sappi che fare due passi con loro significa anche poter chiacchierare della vostra giornata e conquistare uno spazio di cura familiare in più.

Non farti ossessionare dalla bilancia
Chi ha praticato diete molto lunghe come la mia lo sa: a dicembre il vero successo è NON prendere peso, se il tuo dimagrimento non sarà costante come al solito non farne un dramma vedrai che con l’anno nuovo tutto riprenderà a fluire come prima. Se salire sulla bilancia tutti i giorni ti mette di malumore, evita: questo è il periodo del riposo, della riflessione e del calore familiare, già è molto stressante cercare di fare tutto per bene, per non scontentare amici e parenti, ci manca solo che tu debba anche preoccuparti della bilancia. Essere a dieta a Natale è possibile, ma considerando il contesto e mantenendo il sorriso sulle labbra.

Buone Feste!

by Francesca Sanzo