07 agosto 2017

In estate unire svago e movimento si può!

Ovunque sei puoi usare l’estate per muoverti e diverti insieme: i miei consigli

In città, al mare e in montagna: ovunque puoi muoverti senza diventare Mennea e iniziare un nuovo stile di vita da portare avanti anche nei mesi invernali.

Non è detto che meritata vacanza debba per forza fare rima solo con mare, sole, dolce far nulla e passeggiata serale. Non è detto che riposo e sedentarietà siano sinonimi. Da quando ho cambiato stile di vita ho scoperto un nuovo modo di stare bene, svagarmi (che ogni tanto il cervello ha bisogno di prendere aria) e sentirmi bene e anche in estate cerco sempre di unire svago e movimento.

In città
A volte le temperature della città sono proibitive (per esempio nel momento in cui sto scrivendo) e uscire non è esattamente un piacere: io ho imparato a svegliarmi quando ancora il caldo non morde alla gola e a andare a correre o a camminare nel silenzio del primo mattino. È sempre un’esperienza piacevole sia per il corpo, che entra nella giornata con più energia, sia per la mente. Faccio scorta di fresco, natura e silenzio e poi mi occupo del lavoro e tutto il resto. Verso sera, con tutta la famiglia o qualche amico esco in bici: i locali pullulano, ci piace stare all’aria aperta e una bella serata può iniziare bene anche pedalando. La bicicletta ha degli indubbi vantaggi: non impazzisco alla ricerca di parcheggio, non inquino e mi muovo agilmente anche nelle zone a traffico limitato del centro. Pedalare nel fresco poi, mi dà una sensazione di libertà pura e piena! Ogni tanto amo organizzare serate alternative con gli amici: ci si incontra in prossimità di un parco o di zone pedecollinari e si cammina tutti insieme, concordando una distanza sfidante ma non impossibile. Hai notato che mentre cammini con gli altri, accadono sempre cose interessanti e emergono argomenti di conversazioni non banali? Il corpo si attiva, la mente si rilassa e spesso si mettono in moto idee. Se non ci credi, ti consiglio di provare.

Al mare
Anche durante le vacanze al mare puoi trovare le occasioni giuste per muoverti, per esempio qualche mattina potresti alzarti e con la scusa di andare a comprare le brioches per tutti, fare una lunga passeggiata sul bagnasciuga o una corsa rigenerante lungo mare. I tuoi amici ti ameranno e tu partirai piena di energia e con meno sensi di colpa per l’abbondante cena della sera prima. Inutile aggiungere che al mare si nuota: specie se hai la fortuna di trovarti in un lido dalle acque cristalline, ogni tanto sconfiggi la pigrizia, appoggia il libro (al quale tornerai con maggior piacere) e buttati. Che tu sia sola o in compagnia, una nuotata è spesso manna per i muscoli. Io nuoto moltissimo anche a Bologna, ma devo ammettere che il mare, la salsedine e l’aria intorno fanno proprio la differenza: mi sento sempre più forte, tonica e ammetto che l’idea di infilare la maschera e scovare qualche pescetto, tra una bracciata e l’altra, mi mette sempre di buon umore. Quando porto con me mia figlia, ci divertiamo a fare i tuffi, le immersioni e il tempo passa in movimento senza che nemmeno ce ne accorgiamo. Le località di mare nascondono poi spesso delle sorprese e basta camminare qualche chilometro nell’entroterra per trovare percorsi ciclabili e pedonali degni dei migliori panorami.

In montagna
Hai mai valutato una vacanza sulle Alpi o gli Appennini? L’Italia è ricca di zone montuose affascinanti e piene di luoghi da scoprire sia in termini di natura che di architettura e cultura. In montagna puoi camminare (e potrebbe essere qui che scopri una passione per il trekking e le passeggiate), riposarti, andare in bicicletta e scoprire tutte le località termali della zona. Pianificare una vacanza in montagna significa mettere al centro natura e movimento ma anche assicurarsi qualche giorno lontano dal caos e dalle orde di vacanzieri che prendono d’assalto le località di mare. Io amo la montagna: soltanto vedere intorno a me rocce, alberi, verde e azzurro che si toccano, sentire i profumi delle piante e ascoltare i versi delle marmotte mi mette in uno stato di pace e relax incredibile. Amo poi accordare il mio corpo al luogo, grazie al camminare. In montagna si possono programmare gite per tutta la famiglia, organizzando giornate più impegnative alternate a giorni di relax per visitare un castello, un museo o godere di un centro benessere in quota. Se ieri hai scalato una vetta, oggi puoi fermarti al lago per un picnic meno impegnativo e domani puoi scoprire un altro posto nuovo. Unica raccomandazione per la vacanza sulle Alpi: per quanto alla partenza da casa tu senta caldo, ricorda che a 2000 metri e oltre la temperatura si abbassa in fretta e sia per la notte che per le escursioni più impegnative occorre un abbigliamento comodo e che possa ripararti dal freddo.

Ti ho convinto a usare le vacanze come opportunità per cominciare a muoverti un po’?

by Francesca Sanzo