16 Agosto 2018

Fai pace con i tuoi genitori

Siamo il risultato di quello che abbiamo vissuto e che abbiamo appreso dai nostri genitori e non possiamo non tenere conto di questo aspetto! Le sensazioni vissute da bambini, il senso di accoglienza, o di sofferenza, di libertà o di frustrazione, il tipo di attaccamento che abbiamo vissuto come figli ci formano inevitabilmente come futuri genitori. Non importa che sia stato positivo o negativo, bisogna averci fatto pace, bisogna esserne consapevoli, sapere che siamo quel prodotto, e che i nostri genitori non vanno né rinnegati o odiati e nemmeno “copiati”, ma dobbiamo costruire un nuovo concetto di famiglia, solo nostro, sano e necessariamente nuovo, perché la realtà è completamente cambiata! Non è facile, me ne rendo conto, non si può fare in un minuto, ma è un processo necessario per semplificare la relazione con i bambini e rompere catene che negli anni si sono costruite.

I figli non sono solo il risultato di una mamma e di un papà, ma di due codici genetici, ed epigenetici che si incrociano, con tutte le loro storie familiari, sociali, emotive e relazionali. E’ meraviglioso, credetemi lo è davvero, ma è anche molto complesso, perché la storia che ci ha preceduto e formato, è fatta di stereotipi malsani, dove il senso del dovere aveva la priorità su tutto, l’imposizione delle regole era la principale forma educativa, il sacrificio veniva quasi beatificato, e per quanto vogliamo allontanarci da questo concetto educativo lo abbiamo interiorizzato. Quindi fermatevi, sedetevi e riflettete, senza estremo giudizio, semplicemente con la consapevolezza ognuno del proprio passato, perdonando ciò che è stato per potersene staccare, per andare oltre… è l’unico modo! Non basta dire “non sarò mai come mio padre o mia madre”, bisogna farci pace, guardarsi dentro, dite al bambino che c’è in voi ciò che avevate bisogno di sentirvi dire, siate i genitori che volete essere prima con la vostra parte bambina, e poi con i vostri figli.

Ognuno di noi ha una parte infantile attiva, deve esistere sempre, essere alimentata e preservata, se quella parte trova serenità e pace, allora potrete passare oltre e diventare finalmente adulti di riferimento per i vostri bambini. I bambini, lo abbiamo detto tante volte, sono lo specchio dei genitori, è quindi importante prendere uno specchio, guardarsi e vedere se ci piace quell’immagine se vogliamo che rifletta i nostri figli. Questo è il fulcro di tutto, da qui potete partire.

Scrivete ciò che non vi piace e cercate la soddisfazione, educate alla bellezza, prima la troverete voi e prima la rispecchierete nei vostri figli. Può sembrare complesso, ma la cosa meravigliosa è che per avere dei bambini sereni, dovrete cercare la vostra soddisfazione, questo comporta lavoro è vero, ma il risultato sarà sorprendente!

Buona rivoluzione!

by Tata Simona