18 gennaio 2018

Hayao Myazaki il regista che insegna la gentilezza

Hayao Myazaki ha realizzato film d’animazione che hanno affascinato e continuano ad affascinare bambini e adulti. Porco Rosso, La città incantata, Il Castello Errante di Howl, La principessa Mononoke sono alcuni dei suoi titoli tutti realizzati dallo studio Ghibli.

Perché tutti i bambini e non solo dovrebbero conoscere la produzione di questo grande regista, che è anche autore, illustratore, sceneggiatore? Myazaki insegna la gentilezza e il candore d’animo. Lo fa animando storie dove tutto è vivo.

Ne Il Castello Errante di Howl il fuoco scoppietta ma ha paura di spegnersi quando la legna scarseggia. Lo spaventapasseri Testa di rapa che per tanto tempo ha vissuto a testa in giù, è felice d’essere nell’equipaggio del castello di Howl. Sophie, che per un maleficio si ritrova molto vecchia, non si dispera e si prende cura del castello. Il principe Howl ha spesso le sembianze di un grande uccello così che può attraversare cieli tempestosi per allontanare il male. Ma Howl conosce anche la tristezza che solo l’amicizia può contrastare. Sono sempre racconti affidati a illustrazioni poetiche e immaginifiche.

La Principessa Mononoke vive con un branco di lupi. La trama è complessa e a fronteggiarsi sono gli umani, gli oranghi, il Dio Bestia. Il Dio Bestia ha sembianze che cambiano a seconda che sia giorno o notte. Nel bosco, ogni suo passo fa sbocciare fiori e germogli. Ma ci sono anche divinità furiose come il Dio Maligno a forma di cinghiale. La natura è anche matrigna e forse per questo è uno dei film di Miyazaki consigliabile solo dai 14 anni in su.

Porco Rosso è forse il mio film preferito. E’ una storia ambientata in Italia. Fio è una ragazzina genio nella progettazione degli idrovolanti. Ha solo diciassette anni e si trova a fronteggiare un manipolo di pirati dell’aria che vorrebbero distruggere l’idrovolante di Porco Rosso. Li porta alla ragionevolezza facendo leva sull’amor proprio “ Non esistono uomini più gradevoli di coloro che pilotano gli idrovolanti, il mio nonnino lo diceva sempre, questo perché sia il cielo che il mare, entrambi, lavano gli animi di tutti loro. Per questo i piloti di idrovolanti sono più impavidi dei marinai e sono più fieri dei piloti di semplici areoplani… I dialoghi di Hayao Miyazaki sono sempre poetici e puri. Non mancano mai di trasmettere generosità d’animo, dignità, fierezza, coraggio.

by Rita Brugnara