11 Dicembre 2018

I Ciciriedd al mosto cotto

I Ciciriedd – o Struffoli in Campania, Cicerchiata in Abruzzo, Purcedduzzi in Puglia – sono un tipico dolce natalizio diffuso – con qualche variante – in diverse regioni del Centro e Sud Italia. Per Mammamiaaa sono stati preparati da Diana Rizzo, con l’aggiunta di mosto cotto. Il mosto cotto è la prima spremitura dell’uva: il succo ottenuto si cuoce fino a quando si riduce ad un terzo. Si fa nel periodo della vendemmia e si conserva anche per tre anni. Diana Rizzo, invece, è una delle splendide “mammme” che il 25 novembre scorso hanno organizzato un piacevole pranzo di comunità a Sant’Angelo Le Fratte. Qui un breve racconto della giornata; ma, soprattutto, scoprite il piccolo ed incantevole Borgo, noto per le sue cantine incastonate nelle rocce e i tantissimi murales che decorano le case, raccontando la storia millenaria di quei luoghi.

Dosi per 8 persone:

500 grammi farina 00
3 uova intere
1 tuorlo d’uovo
2 cucchiai di zucchero
75 grammi di burro
1 scorza di limone grattugiata
1 pizzico di sale
abbondante olio di semi per friggere (un litro circa)
400 grammi miele, mezza tazzina di mosto cotto
diavolicchi (!) cioè confettini di zucchero argentati e colorati per decorare (q.b.)

Preparazione

In una scodella, o sul ripiano di lavoro, mettere la farina a fontana. Aggiungere al centro le uova intere e il tuorlo, lo zucchero, il burro ammorbidito a temperatura ambiente, la scorza grattugiata del limone e il pizzico di sale. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo, compatto, ma non troppo lavorato. Lasciar riposare l’impasto almeno mezz’ora, coperto. Riprendere l’impasto e lavorarlo ancora, velocemente. Ricavarne tanti bastoncelli dello spessore di un dito. Tagliare ogni bastoncello a tocchetti (tipo un cece!) e appoggiare i tocchetti su un piano infarinato.

Mettere abbondante olio in una padella adatta alla frittura e friggere i ciciriedd un po’ alla volta. I ciciriedd devono essere gonfi e dorati, ma non troppo scuri: attenzione, quindi, alla temperatura dell’olio (per testarla, si consiglia di fare la prova buttando un ciciriedd di prova). Una volta fritti, metterli a sgocciolare su carta assorbente, e lasciarli raffreddare.

Intanto, sciogliere il miele e il mosto in una pentola capiente, a fuoco basso (devono solo sciogliersi e non riscaldarsi). Togliere dal fuoco e versare i ciciriedd, mescolando perché tutti si bagnino bene nel miele e mosto.

Aggiungere metà delle guarnizioni (i diavolicchi!) e mescolare ancora. Con l’aiuto di un bicchiere o di un vasetto, impiattare i ciciriedd su un piatto di portata facendo una corona e guarnire con la restante metà di diavolicchi quando i ciciriedd sono ancora caldi.

[La ricetta è stata raccontata da Diana Rizzo di Sant’Angelo Le Fratte (PZ), per Mammamiaaa progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019].

by Mammamiaaa