16 novembre 2017

Il cibo è una scoperta

A 18 mesi spesso il bambino è autonomo e inizia a usare le posate per mangiare da solo, anche se presto si stanca e vuole essere aiutato. I genitori devono armarsi di pazienza e seguire le sperimentazioni del piccolo senza innervosirsi: è normale che i bambini trasformino il momento del pasto in un’occasione di scoperte.

Questa fase è assai delicata perchè è proprio nei bambini tra i 18 e i 24 mesi che la neofobia alimentare – la paura di ciò che è nuovo – è più frequente. Può accadere che anche i bambini che prima assaggiavano diversi alimenti senza problemi inizino a rifiutare i nuovi alimenti e i nuovi sapori.

Come comportarsi se il bambino rifiuta un alimento? Generalmente giocando sulla presentazione del piatto, ad esempio sul colore, e sull’esperienza tattile; in alcuni casi può essere utile lasciare che il bambino mangi con le mani.

È importante ripresentare l’alimento rifiutato in maniera sempre diversa, senza imporlo, associandolo a un cibo che sappiamo già gradito dal bambino.

by Renata Alleva