05 Dicembre 2018

Il corpo e la relazione con gli altri, tra affetto e sesso

Il nostro corpo è ciò che di noi si mostra, è evidente e comunica in maniera più immediata con il mondo e con le persone. Ce lo dimentichiamo troppo spesso o – almeno – per me è stato a lungo così. Quando mi trascuravo e non valutavo le conseguenze della mia obesità, per esempio, mi ripetevo spesso che io non ero il mio corpo e che gli altri mi avrebbero apprezzata per la mia intelligenza e simpatia e che chi si fermava all’apparenza era solo molto superficiale.

In realtà, quando poi sono dimagrita, ho capito che qualunque relazione si basa su una perfetta alchimia tra corpo e mente e che l’abito sociale che indossi è il tuo modo di camminare, di stare nel mondo e di muovere il corpo.

Non si tratta tanto di forma fisica “accettabile” ma più che altro di uno stare bene che prescinde da canoni estetici e prestanza fisica e dipende dal modo in cui, ognuno di noi, si occupa del proprio sé, senza escludere il lato fisico.

Mi spiego: la bellezza non è oggettiva perché, specialmente a una certa età, trasuda dal nostro modo di parlare, dal movimento delle mani, dalla capacità di essere coerenti tra ciò che mostriamo e ciò che siamo. Ecco allora che puoi essere bellissima anche se sovrappeso o quasi invisibile anche se con un fisico da pin up: dipende da te e dal modo in cui il tuo corpo entra in connessione con la mente.

La relazione con gli altri è una “magia”: ce ne accorgiamo per esempio quando ci innamoriamo. A seconda della persona che abbiamo di fronte, può capitare che una fascinazione si blocchi quasi subito perché c’è qualcosa che non quadra, oppure che tutto sembri semplice e ammantato dall’incanto del fluire. I corpi si incontrano, le menti pure e si viaggia in uno stato di meraviglia continua.

Può accadere questa magia se tu non ami il tuo corpo?
È difficile: se non rispetti l’involucro che ti porta in giro, non ti prendi cura di lui, se non sai valorizzarlo, il rischio è di essere impacciata, di non riuscire a comunicare l’energia che hai dentro e che il tuo corpo diventi una gabbia in cui non stai bene tu e non riesci a stare bene con gli altri.

Il sesso
Anche il sesso è magia: avviene una connessione tra i corpi di due persone e si può stare bene o male, indipendentemente dalla capacità “tecnica”. La differenza la fa sempre il guardare all’altro nella sua specificità, nella sua bellezza e anche quella di ascoltare il nostro corpo. Il piacere è una ricerca, puoi trovarlo ma solo se hai il coraggio e la gioia di condividere le domande con il tuo partner e di metterti in condizione di accogliere la curiosità dell’altro.

Prenditi cura di te, della tua pelle, fai in modo di risplendere attraverso il movimento, di sentirti a tuo agio nei tuoi muscoli, di nutrirli nel modo giusto perché ti portino ovunque.

Questo amore di te non ti renderà solo più efficiente e in grado di avere giornate piene e soddisfacenti, ma sarà anche la molla per migliorare la relazione con gli altri, per migliorare la tua vita intima, il sesso, l’affettività.

Perché dal corpo passano tanti tipi di carezze e non possiamo dimenticarci del fatto che amarlo è un’ottima base per essere amati!

by Francesca Sanzo