12 maggio 2017

Il Nido Scuola MAST, un luogo dove viene voglia di ritornare bambini

Parole chiave: ascolto, scambio, creatività, il senso del tempo e del dare tempo ai bambini e ai loro processi creativi.

E’ un pomeriggio di sole e arrivo al Nido Scuola MAST che i bambini stanno dormendo. E’ uno spazio che fuori si distingue per bande verticali colorate mentre all’interno le pareti sono bianche e delimitano ambienti luminosi che si lasciano inventare e trasformare dai bambini. I bagni hanno lavandini pensati per giocare con l’acqua mentre il luogo dove dormono è un insieme di piccoli e morbidi nidi, gli uni accanto agli altri, senza barriere.

L’area centrale accoglie due spazi circolari con le pareti di vetro. Nel primo c’è l’atelier del colore, nel secondo quello dedicato alla natura. Foglie, semi, cipolle germogliate, sono lì per essere esplorati con l’aiuto degli insegnanti, dell’atelierista e del cuoco. Un’esplorazione che comincia nell’orto che cresce accanto allo spazio verde dove i bambini giocano. Una siepe circolare fa da quinta e poi ci sono tante cassette di legno dove crescono insalate, pomodori, fagiolini rampicanti. I bambini seminano all’interno dell’atelier e poi trapiantano le piantine all’esterno.

L’atelier della natura è il cuore delle attività. E’ un punto di vista sul mondo, espressione del pensiero ecologico, cuore del progetto pedagogico mi spiega Paola Cavazzoni pedagogista di Reggio Children. Si basa sui concetti di ciclo, continuità, tempo, bellezza, mutazione e trasformazione. La cura del tempo perché in natura nulla può essere forzato. La forza creativa della natura diventa l’ispirazione per sviluppare la creatività dei bambini. Ogni osservazione, acquisizione, domanda, teoria dei bambini viene documentata per poter diventare da un lato narrazione ma anche momento di condivisione e formazione per l’intero gruppo di lavoro. Narrazione che sorprende per la bellezza, la cura del dettaglio, possibile perché si pratica innanzitutto l’ascolto dei bambini e perché nel team c’è anche l’atelierista che ha una formazione artistica. I genitori prendono visione del lavoro svolto ogni giorno e possono partecipare attivamente a laboratori di educazione alimentare dal titolo Atelier del gusto. La natura è gioco, è linguaggio ma è anche l’orto della scuola che offre ai bambini l’esperienza di mangiare ciò che hanno accudito con cura e che hanno conosciuto ed esplorato nelle diverse forme, colori, sapori.

C’è anche l’atelier della musica e all’esterno nello spazio museale del MAST, l’atelier di fotografia, luogo sperimentale progettato con l’aiuto del grande fotografo Nino Migliori. A fruire dei laboratori sono anche i bambini delle scuole della città. Dei pulmini sono a disposizione per facilitare le trasferte.

Il nido, aperto sia ai figli dei collaboratori di COESIA sia alla comunità cittadina, ha inaugurato la sua attività nell’ottobre 2012 e può accogliere fino ad 84 bambini dai 3 ai 36 mesi suddivisi nelle sezioni Lattanti, Piccoli/medi e Grandi. La scuola, che si rivolge principalmente ai figli dei collaboratori di COESIA, ha iniziato la sua attività in via sperimentale nel settembre 2014 e oggi accoglie 2 sezioni di bambini di 3/4 e 5 anni. Il Nido Scuola MAST ha sede in via Speranza 40 a Bologna all’interno del MAST( Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia) che comprende anche la Gallery, l’Academy, l’Auditorium, la Caffetteria, il centro Wellness e il Ristorante aziendale.

by Rita Brugnara