21 luglio 2016

Là fuori c’è un mondo in attesa

Ci sono libri importanti perché insegnano. Come quelli che vi suggerisco in questo scorcio di primavera. Le illustrazioni e la ricercatezza dei testi educano alla bellezza, la stessa bellezza che contraddistingue la natura e che non dobbiamo mai smettere di riconoscere per rispettarla.

Là fuori. Guida alla scoperta della natura è un bellissimo libro illustrato che ha vinto il premio Bologna Ragazzi Award 2015 come opera prima.
Ha 400 pagine, un taglio enciclopedico che racchiude tantissime informazioni sugli animali, le piante, le rocce, il mare, il cielo, le stelle, le nuvole e il vento.
E’ un manuale impostato sulla scoperta: il bambino può scegliere di essere detective in campagna oppure in città e identificare ad esempio le tracce che lasciano gli animali. Nocciole forate, pigne rosicchiate, penne morbide come quelle dei gufi, piume senza rachide che gli uccelli hanno per stare caldi .
Troverà risposte a domande senza tempo: le lumache hanno i denti? Perché ci sono formiche con le ali? I lombrichi hanno il naso? Da dove vengono i colori delle farfalle? Solo le galline depongono le uova? Perché certe piante perdono le foglie e altre no? Perché le piante rompono le pietre del selciato? Quanti occhi hanno i rettili? Perché i pipistrelli dormono a pancia in giù? e indicazioni per costruire scacciaspiriti a forma di albero, corone di fiori, buste per collezionare i semi.
Le illustrazioni poetiche di Carvalho animano una coppia di bambini che chiudono il libro abbandonandosi al vento che muove gli alberi, l’erba, i panni stesi, i capelli delle persone.
In appendice il libro riporta siti utili e le istituzioni che nel nostro Paese si occupano di conservazione della natura.

Maria Ana Peixe Dias, Ines Teixeira Do Rosario, Là fuori. Guida alla scoperta della natura. Mondadori

L’albero
E’ un libro di Shel Silverstein, artista che ha scritto e illustrato libri per bambini ma che era poeta, drammaturgo, compositore, paroliere, musicista.
La prima edizione è del 1964 ed è stato tradotto in trenta lingue. Racconta la storia di un albero che amava un bambino. Anche il bambino amava l’albero, scalava i suoi rami, mangiava i suoi frutti, dormiva alla sua ombra. Ma poi diventa grande e l’albero rimane solo. Certo l’uomo lo va a trovare ogni tanto ma non cerca più amore. Cosa cerca? Non posso svelarlo ma a commuovervi sarà la generosità dell’albero che è poi la generosità della natura.

Shel Silverstein, L’albero. Salani Editore

E poi…è primavera

E’ la storia di un bambino e il suo cane. Vive in campagna e mentre attende la primavera, interra semi diversi. Ogni seme ha il suo segnaposto. Il tempo scorre piano e i semi nella terra incuriosiscono uccellini, piccole lepri, la tartaruga e gli orsi che ingombranti calpestano tutto.
Tutto dorme finchè un giorno arriva la pioggia e tutti i semi germogliano.
Le illustrazioni di Erin Stead sono delicatissime e dentro il libro si respirano i ritmi della natura.

Julie Fogliano, E poi…è primavera. Babalibri

by Rita Brugnara