20 aprile 2018

L’albergo senza pareti, sotto il cielo stellato della Svizzera

Tra le Alpi elvetiche, un’originale sistemazione per pernottare all’aria aperta

“Solo le stelle saranno con voi” è il motto del Null Stern l’hotel costituito da un letto matrimoniale posizionato a quasi 2mila metri di altitudine.

È proprio il caso di dire: “il cielo in una stanza”. Un letto, due comodini e tante tante stelle: a quasi 2mila metri di altezza, sulle Alpi svizzere, il gruppo tedesco Null Stern, fondato nel 2008 dai fratelli e artisti Frank e Patrik Riklin, con il socio Daniel Charbonnier si è inventato un nuovo modo di accogliere i suoi avventori.

Senza pareti, senza un tetto e sui generis: nel comune di Safiental, nel Canton Grigioni, si tratta di una camera d’albergo a cielo aperto che prende proprio il nome di Null Stern, “Zero stelle”, con una vista a 360° sulle Alpi. Con il sostegno dell’ufficio turismo di Safiental e in collaborazione con Art Safiental, i tre partner hanno così aperto il loro hotel sotto forma di stanza in mezzo al nulla, pronto a ricevere gli ospiti più avventurosi. C’è un bagno? Certo! Ma alla bellezza 10 minuti di cammino.

E il costo non è nemmeno tra i più accessibili: 250 franchi svizzeri, pari a circa 230 euro. Il concept, insomma, è quanto di più essenziale si possa immaginare: un letto d’albergo con un paio di comodini e due lampade da lettura, mentre a disposizione degli ospiti rimane comunque un maggiordomo che porta la colazione a letto.

È questo il secondo progetto Null Stern nato dalla creatività e dalla collaborazione dei fratelli Riklin con Charbonnier: il primo era una stanza di albergo ecosostenibile realizzata all’interno di un ex bunker nucleare, nella città di Teufen, in Svizzera, operativa tra il 2008 e il 2010. Dall’atmosfera chiusa di un bunker, dunque, si passa agli spazi aperti di una montagna strepitosa, per un’idea certamente originale. “Anche se questa versione è radicalmente diversa rispetto a quella precedente, del bunker nucleare, l’essenza e lo spirito del concetto restano gli stessi – ha dichiarato Charbonnier . Mettere l’ospite al centro dell’esperienza e focalizzarsi sull’intangibile, riducendo al minimo tutto il resto”.

La camera open-air è prenotabile online. Qui tutte le informazioni.

Buone vacanze e… speriamo che non piova!

by Germana Carillo