13 ottobre 2017

Non sprecare benzina

Benzina  per l’auto, consumarne meno con una guida più sicura e senza sprechi

In città, la prima regola per risparmiare con il carburante e allo stesso tempo per migliorare ambiente è stili di vita , è una sola: prendere l’automobile quando è davvero necessario. E scegliere mezzi alternativi, compresa una sana passeggiata. In auto, invece, il consumo dipende da come usiamo la macchina

Come risparmiare benzina
Il primo modo per Non sprecare benzina e risparmiare? Usare la macchina in città solo se e quando e necessario. E puntare su tutte le alternative possibili, anche a favore dell’ambiente urbano: i mezzi pubblici (facciamoci sentire, se non funzionano bene), i servizi di sharing, la bicicletta. Una salutare passeggiata, che tra l’altro ci consente di stare in linea con la formula più semplice e più efficace per stare meglio: 0-30-5. Ovvero, zero sigarette, trenta minuti di movimento senza particolare fatica, cinque porzioni di frutta e verdure. Tutti i giorni.
Ma per non sprecare benzina, sapendo che aumenta sempre, anche quando il prezzo del petrolio diminuisce, dobbiamo anche migliorare l’uso delle macchine, il modo con il quale ci comportiamo da guidatori e da consumatori. Si tratta di piccoli gesti quotidiani, ma di grande valore, fanno parte di uno stile di vita, sia dal punto di vista del risparmio, e quindi della lotta allo spreco, sia per quanto riguarda la migliore sicurezza sulla strada.

Ecco i più significativi e buona guida sicura.

Adottare uno stile di guida corretto rispettoso del codice della strada e degli altri. Automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni, che siano.
Mantenete il motore a un basso regime di giri e prestate attenzione quando cambiate la marcia: cambiarla già a bassi regimi vi consentirà di consumare meno carburante.
Evitate di accelerare o frenare continuamente: una velocità moderata e costante consente di mantenere sotto controllo i consumi.
Controllare la pressione degli pneumatici almeno una volta al mese.
Evitate le discese in folle: è un mito da sfatare, anche in folle c’è un afflusso di carburante.
Spegnete il motore durante le soste. È uno spreco.
Non esagerate con l’utilizzo del climatizzatore o dell’impianto di riscaldamento dei sedili: richiedono entrambi molta energia per il loro funzionamento e quindi di conseguenza un maggior consumo di carburante.
Pulite il filtro dell’aria: se sporco, può essere una fonte di dispersione del carburante e cambiate l’olio alle scadenze previste: se troppo usato, incide negativamente sul consumo di carburante.
Attenzione infine ai carichi inutili che possono incrementare i consumi fino al 40 per cento: ogni chilogrammo in più richiede carburante, benzina o gasolio per il suo trasporto. Per questo motivo cercate di svuotare regolarmente l’auto eliminando tutto ciò che non è strettamente necessario.

by Antonio Galdo