14 giugno 2017

Non vedenti: arriva l’orologio intelligente che comunica in Braille

Si chiama Dot ed è il primo smartwatch Braille del mondo

Come tutti gli smartwatch, si connette a uno smartphone via Bluetooth per poi ricevere qualsiasi tipo di testo da qualsiasi applicazione o servizio.

Il suo nome è Dot ed ha il fantastico ruolo di aiutare i non vedenti. Si tratta del primo smartwatch Braille al mondo. Diversamente dalla maggior parte degli smartwatch di assistenza per i non vedenti che sfruttano istruzioni audio, infatti, il nuovo Dot si basa sui caratteri Braille per inviare messaggi che compaiono sullo schermo.

L’idea è stata dell’omonima startup con sede coreana che ha realizzato il dispositivo. Un progetto lungo, che è stato avviato nel 2014 e che ha subito numerosi ritardi, tanto da costringere spesso la società a rivedere i propri piani di lancio dell’orologio.

Ma ora, già da marzo scorso, il dispositivo è rilasciato grazie al sostegno di 140 mila investitori. Già 40 mila persone sono in lista d’attesa per lo smartwatch che farà apparizione tra gli scaffali londinesi a un prezzo di circa 320 dollari.

Eric Juyoon Kim, fondatore e Ceo di Dot, ha dichiarato che l’orologio rappresenta “solo il primo passo della società nel campo dei dispositivi braille per i non vedenti, dal momento che i mercati in via di sviluppo sono il nuovo target”.

Insomma, se finora i non vedenti avevano la possibilità di utilizzare gli smartphone grazie solo ai comandi vocali, adesso, con questo nuovo orologio intelligente che comunica in Braille, la vita potrà cambiare ulteriormente.

Come funziona
Dot è in grado di visualizzare le informazioni utilizzando quattro celle dinamiche in Braille e i suoi utenti possono selezionare la velocità con cui aggiornarle.

Funziona, in pratica, tramite quattro celle braille che comandano 24 punti e creano messaggi che l’utente può “sentire”, leggere o percepire sulle dita. Consente solo quattro simboli alla volta, ma può ricevere eventuali messaggi e di rispondere attraverso i pulsanti del dispositivo, con alcuni testi pre-ordinati.

Come tutti gli smartwatch, Dot si connette a uno smartphone via Bluetooth e può ricevere qualsiasi testo da qualsiasi tipo di applicazione o di servizio.

Qui è possibile fare un pre-ordine.

by Germana Carillo