06 aprile 2017

Principali errori durante lo svezzamento

Un recente studio Nutrintake (una ricerca italiana sui comportamenti alimentari dei più piccoli), condotto su un campione di 400 bambini di tutta Italia, nella fascia di età compresa tra 6 e 36 mesi, ha evidenziato che i principali errori durante lo svezzamento sono l’eccesso di proteine, sodio, carboidrati semplici, grassi saturi e deficit di ferro e fibre.

In particolare, l’eccesso di proteine nel 50% dei bambini superava il doppio del fabbisogno consigliato a 12 mesi e circa il triplo nei bambini di 18 mesi. L’importanza di non eccedere con le proteine durante i primi anni di vita è legata alla potenzialità di sviluppare obesità in età infantile (adiposity rebound); stessa cosa vale per l’eccesso di zuccheri, che oltre a influenzare negativamente il peso corporeo possono contribuire alla formazione di carie; l’eccesso di sale invece, oltre a creare uno stress renale, aumenta la possibilità di sviluppare un’ipertensione da adulti.

Lo studio ha inoltre evidenziato l’importanza per la crescita di ferro e fibre: il primo fondamentale per assicurare una crescita normale e un buono sviluppo cognitivo, le seconde fondamentali per il microbiota intestinale, come già detto fondamentale per lo sviluppo di un sistema immunitario efficiente e fondamentale per la protezione da allergie e nella prevenzione della patologia celiaca.

by Renata Alleva