24 ottobre 2018

Risotto con melagrana, formaggio Castelmagno e nocciole

Ingredienti per 4 persone
Difficoltà: bassa
Tempo di preparazione: 1 ora

280g di riso arborio Alce Nero
2 scalogni Alce Nero
2 carote Alce Nero
1 costa di sedano Alce Nero
Olio extra vergine di oliva Alce Nero
50g di formaggio Castelmagno grattugiato
30g di burro freddo
1 melagrana Chiccosa Alce Nero
10/12 nocciole con il guscio
Sale

Preparare il brodo: in una casseruola, tostare le verdure tagliate grossolanamente con un filo di olio, fino a doratura. Coprire con acqua fredda e portare a bollore. Lasciare cuocere per 1 ora circa a fuoco dolce in modo da avere un brodo limpido. Intanto, lavare i gusci delle nocciole e asciugarle bene, quindi sgusciarle e tostare i gusci a 50° per 30 minuti circa.

Una volta pronto il brodo, spegnere la fiamma, immergere i gusci tostati e lasciare in infusione per 4/5 ore circa. Intanto, con un coltello affilato, ricavare delle rondelle sottili da qualche nocciola. Filtrare il brodo tenendo da parte uno scalogno cotto.

Tagliare a metà la melagrana e, tenendo in mano il frutto, con la parte tagliata verso il basso, battere con il dorso di un cucchiaio la buccia per prelevare i chicchi. Tenerne da parte un cucchiaio abbondante. Con l’aiuto di un estrattore, ricavare il succo dai chicchi ottenuti.

In una larga casseruola scaldare 2 cucchiai di olio, aggiungere il riso e tostare a fuoco medio. Dopo 2 minuti aggiungere il brodo alle nocciole, lo scalogno cotto e tritato, quindi continuare la cottura mescolando di tanto in tanto per 15 minuti circa, regolando di sale. Una volta passato il tempo di cottura del risotto, spegnere il fuoco e aggiungere il burro ben freddo, mescolare e infine unire il formaggio Castelmagno grattugiato. Mantecare mantenendo il riso all’onda.

Versare l’estratto di melagrana sul fondo di 4 piai, con l’aiuto di un coppapasta sistemare il risotto al centro, spargere pochi chicchi di melagrana e le nocciole a rondelle, quindi servire subito.

by Monica Bianchessi