01 agosto 2016

Ritrovare il corpo in estate: dimentichiamoci della “prova costume”

L’unica prova dell’estate: imparare ad accettarti, volerti bene e dare a te stessa degli obiettivi!

Movimento, accettazione e un nuovo modo di guardare al proprio corpo: l’estate ti offre l’opportunità di fare tutte queste cose, per ripartire con nuovo slancio in autunno. Bandisci dal vocabolario “prova costume” e ritrova il tuo corpo!

Da maggio, giornali, magazine e pubblicità sembrano mandare, tutti insieme, lo stesso messaggio alle donne: “È arrivato il momento della prova costume, fai qualcosa ORA!”.

L’effetto squalo di certa comunicazione procura ansia e ci mette nella condizione di passare un sacco di tempo davanti allo specchio: ma sei davvero sicura che il tuo obiettivo sia la prova costume e che quello che devi fare è iniziare diete dimagranti lampo e programmi aggressivi contro la cellulite, smettere di mangiare e osservare, ossessivamente, il tuo corpo?

Per quanto mi riguarda, se vogliamo davvero stare bene e ritrovare il nostro corpo, l’estate è un’ottima occasione per farlo, ma non con questi presupposti.

Le giornate sono più lunghe e concedono a tutte noi una possibilità: passare più tempo all’aria aperta, facendo un po’ di movimento. Parti da questo, per affrontare alla grande la tua “prova costume”, senza patemi e con la consapevolezza che stai iniziando a volerti bene.

Nell’estate del 2013, quando pesavo 102 chili, ho deciso di prendere in mano la situazione e scrivere a una nutrizionista per uscire dall’obesità.
La mia muta fisica è iniziata da un corpo che si sveste, da tutte le belle opportunità che offre la buona stagione e dalla raggiunta consapevolezza che desideravo coglierle, non certo dal disagio di mettermi in costume pur essendo in sovrappeso!

Primo passo: OSA!

Osa e indossa quei pantaloncini che tieni nell’armadio: fai in modo che le tue gambe respirino e fatti una passeggiata al parco. All’inizio, come me allora, proverai un po’ di imbarazzo, crederai di “avere osato troppo”, ma non appena sentirai i muscoli prendere spazio e la mente scivolare in una meritata pausa in cui i pensieri viaggiano liberi, dimenticherai lo sguardo degli altri, felice di esserti ritagliata un po’ di tempo per te.

Già dopo le prime uscite, il tuo corpo ti spaventerà meno e avrai voglia di replicare la generosa sensazione di benessere che dà il movimento: hai visto come può essere semplice ricominciare un dialogo tra mente e corpo?

Lo specchio e la bilancia: alleati!
La parte più difficile arriva quando ti metti davanti allo specchio, magari subito dopo avere visto la foto di una modella in costume su una rivista o quella della tua compagna delle medie – in forma strepitosa – su facebook.

Non è lo specchio a essere impietoso ma il tuo sguardo!
Invece di concentrarti su quelli che ora chiami difetti o sulla pancetta accumulata durante l’inverno, prova a ricordare quando ti sei fatta quella cicatrice (c’è sempre una buona storia che vale la pena ricordare dietro ogni cicatrice) o il giorno in cui hai partorito e ti è venuta una smagliatura sulla pancia. Cerca di volere bene a ogni dettaglio e se davvero pensi che sia arrivato il momento di perdere qualche chilo, perché ti impedisce di fare tante cose belle, programma il tuo percorso senza l’angoscia delle vacanze: in fretta e subito, te lo hanno insegnato alle elementari, non si ottiene quasi mai nulla!

E al mare: datti degli obiettivi
In quell’ultima estate da obesa, io un giorno mi sono ritrovata a uscire in pedalò con la mia famiglia, a largo dell’Isola d’Elba. Ho fatto un tuffo in un mare cristallino e ho nuotato per mezz’ora. Felice. Poi è arrivato il momento di rientrare e – a causa del mio peso eccessivo e della scarsa pratica del movimento – non riuscivo a fare abbastanza presa sulle braccia per rimontare a bordo. Puoi immaginare, vero, come mi sia sentita?

Invece di disperarmi per come avevo trattato il mio corpo, quel giorno ho scelto di leggere in questa piccola disavventura un messaggio: “Il prossimo anno voglio tuffarmi da un pedalò e risalire almeno 100 volte perché amo troppo il mare e non voglio più privarmi di un’occasione!”.

Accetta quello che sei ora e parti da lì: l’estate è una splendida opportunità per abitare, di nuovo, il tuo corpo e darti l’obiettivo di farlo assomigliare, il più possibile a tutte le bellissime esperienze che vorrai fare nella vita.

Bandisci dal tuo vocabolario l’espressione “prova costume” e mettici dentro qualcosa che ti faccia stare bene. Gustati la frutta e la verdura di stagione e vivi ogni momento, pensando che oggi puoi darti gli obiettivi per il tuo domani!

Buone vacanze.

by Francesca Sanzo