06 novembre 2017

Vellutate depurative per scaldarsi e disintossicarsi in autunno

L’autunno è anche tempo di zuppe e vellutate da gustare calde accompagnate magari da crostini integrali. Ecco alcune semplici ricette a base di verdure di stagione e spezie che possono favorire il detox

I cambi di stagione sono un momento perfetto per aiutare la depurazione del corpo e prepararlo alle nuove condizioni climatiche che si presenteranno. Dovremmo sempre sostenere il nostro organismo con una corretta alimentazione ma in autunno alleate particolarmente gradite sono le zuppe e le vellutate che contribuiscono a scaldarci e al tempo stesso ci donano preziose sostanze nutritive.

Questi alimenti ricavati a partire da vegetali o legumi, leggeri e facilmente digeribili, possono aiutare ad idratare meglio il corpo, fornire vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti ma anche favorire l’eliminazione delle tossine in eccesso. Basta usare verdure dal potere depurativo, come ad esempio la zucca o il finocchio, abbinate ad alcune particolari spezie (curcuma, zenzero, ecc.) per ottenere un effetto riscaldante e detox. Ecco alcuni esempi:

Vellutata di zucca e curcuma
La zucca è l’ortaggio principe dell’autunno molto utile anche a favorire la disintossicazione. Possiamo allora preparare una vellutata a base di zucca semplicemente utilizzando una o più fettine sbucciate, tagliate grossolanamente e fatte bollire solo con un pizzico di sale o brodo vegetale. Una volta ammorbidita si può scolare la zucca, lasciando però un po’ di liquido (quello necessario a rendere la nostra vellutata più cremosa) e frullare il tutto. Per renderla più gustosa e sana potete aggiungere un cucchiaino o due di olio extravergine di oliva, mezzo cucchiaino di curcuma e un pizzico di pepe.

Vellutata di finocchi
Questa vellutata è particolarmente utile a chi si sente gonfio. Il finocchio è infatti un ortaggio dal grande potere diuretico e disintossicante e ha il vantaggio di contenere poche calorie. Procuratevi un finocchio grande, lavatelo e tagliatelo. Fate rosolare la cipolla in poco olio e aggiungete i pezzetti di finocchio insieme ad un po’ d’acqua o brodo vegetale facendolo cuocere fino a che non è morbido. A questo punto frullate facendo attenzione che l’acqua non sia troppa altrimenti la vellutata verrà eccessivamente liquida. Condite con olio extravergine e aggiungete qualche spezia di vostro gradimento ad esempio un po’ di zenzero grattugiato fresco.

Vellutata di barbabietola
La barbabietola è un ortaggio molto ricco di proprietà e spesso sottovalutato. Possiamo preparare una vellutata di barbabietola dal colore deciso e brillante e dagli effetti depurativi semplicemente acquistando delle rape rosse crude, tagliandole a pezzetti e facendole sbollentare in un po’ in acqua calda. Quando si sono ammorbidite, potete rosolarle un attimo per fargli prendere un po’ più di sapore facendo un leggero soffritto con cipolla, sedano e carota. Una volta pronto il tutto, frullate aggiungendo un po’ di acqua di cottura che avrete conservato in modo tale che la vellutata ottenga la consistenza desiderata. Aggiustate di sale (senza esagerare), aggiungete un po’ di olio a crudo e spezie a piacere.

Potete realizzare delle vellutate in base ai vostri gusti utilizzando anche altre verdure di stagione come porri, sedano rapa, fagiolini, cavolo, cavolfiore o broccoli, carote, topinambur e patate oppure legumi come piselli e ceci. Anche con le spezie potete sbizzarrirvi a seconda delle vostre predisposizioni aggiungendo peperoncino, zenzero, noce moscata, curcuma, ecc.

by Francesca Biagioli