04 novembre 2016

Yoga, come rilassarsi nella posizione di Savasana

Il rilassamento è uno dei maggiori benefici dello Yoga contro lo stress

La posizione di Savasana nello Yoga è la più adatta al rilassamento. La possiamo praticare quando abbiamo bisogno di un momento di riposo per il corpo e per la mente, alla fine di una sessione di Yoga, prima di andare a dormire e non solo.

Savasana sembra una delle pose più semplici dello Yoga ma forse è una delle più complicate. Come mai? Semplicemente perché la corretta posizione di Savasana riguarda un completo abbandono del corpo sul tappetino.

Come praticare Savasana
In Savasana ci troviamo sdraiati supini sul tappetino con la testa e il collo allineati seguendo la colonna vertebrale, gli occhi chiusi, il mento leggermente rientrato verso la fossetta della gola. Le braccia sono lungo i fianchi leggermente separate dal corpo e con i palmi delle mani rivolti verso l’alto. Le gambe sono ben distese lievemente divaricate e le punte dei piedi sono rivolte verso l’esterno.

Nella posizione di Savasana bisogna cercare di rimanere immobili il più possibile durante tutto il tempo del rilassamento per poterne godere completamente. L’idea infatti è quella di rilassarsi del tutto ad occhi chiusi abbandonando il corpo sul tappetino.

I benefici della posizione di Savasana
La posizione di Savasana è benefica per il corpo e per la mente. Calma la mente, distende i muscoli, favorisce il rilassamento e dato che concilia sonni tranquilli è utile per chi soffre di insonnia e trova difficoltà ad addormentarsi.

Rilassa tutto il corpo
Aiuta ad allentare lo stress e le tensioni
Migliora la concentrazione
Distende i muscoli
Calma la mente
Favorisce il sonno
Permette di respirare profondamente
E’ utile in caso di ansia e depressione

Durata del rilassamento e respirazione profonda
Il rilassamento diventa più efficace se durante la posizione di Savasana si eseguono dei respiri lenti e molto profondi. La posizione di Savasana è inoltre tipica dello Yoga Nidra, lo Yoga del sonno, in cui si pratica un rilassamento prolungato che può durare anche fino a 60 minuti.

Al di fuori dello Yoga Nidra però la posizione di Savasana si mantiene per tempi più brevi. Chi è abituato alla pratica e ama il rilassamento in ogni caso la può mantenere senza problemi per 5 minuti alla fine di una lezione di Yoga o tra una sessione di asana e l’altra.

by Marta Albè