08 Aprile 2019

I bambini che mangiano pesce dormono meglio e sono più intelligenti

I bambini che mangiano pesce almeno una volta alla settimana, dormono meglio ed hanno un quoziente intellettivo (QI) più alto rispetto ai bambini che consumano pesce meno frequentemente. È quanto afferma uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports (2017), effettuato su una popolazione di 541 bambini di età compresa tra 9- 11 anni che mangiavano pesce almeno una volta alla settimana: avevano punteggi più alti del QI e una qualità del sonno migliore. Numerosi studi hanno dimostrato che gli acidi grassi omega-3 possono favorire la salute del cuore riducendo il rischio di battito cardiaco irregolare o aritmia, diminuendo i livelli di trigliceridi e abbassando leggermente la pressione sanguigna, ma questo è il primo studio che li associa il consumo di pesce nella dieta ad una migliore qualità del sonno e una maggiore intelligenza.

Il pesce è considerato una parte importante di una dieta salutare. Non solo è a basso contenuto di grassi saturi e ricco di proteine, vitamine A D e minerali, iodio, selenio, ferro, calcio, ma il pesce è anche una buona fonte di EPA e DHA degli acidi grassi importanti per lo sviluppo del sviluppo del cervello fin dall’età fetale. Infatti, anche durante la gravidanza è importante aumentare la quantità di DHA assunto con la dieta o in caso in cui non si mangi pesce è bene che la gestante assuma un integratore.

Proprio per i vantaggi del consumo di pesce, l’introduzione del pesce nella dieta dei bambini dovrebbe iniziare durante lo svezzamento, introducendo pesce molto fresco, di piccola taglia (alici, sogliole, code di rospo, piccoli merluzzi) e ben pulito da lische tritato finemente. Introdurre questo odore e sapore fin dallo svezzamento lo rende più appetibile: i bambini sono sensibili all’olfatto e se non ci sono abituati da subito, potrebbero evitarlo successivamente. Per usufruire dei vantaggi del consumo di pesce evitare contaminanti neurotossici come il metilmercurio evitare tutti i pesci grossi e predatori (pesce spada, tonno, grossi branzini).

by Renata Alleva