01 Luglio 2019

Soffri di stipsi? Attenzione al cuore

La stitichezza, definita moderata o severa, in base alla frequenza settimanale di evacuazione da circa due a meno di una a settimana, è un fastidioso disturbo che affligge molte persone, dai bambini agli adulti e può avere diverse cause. Ad esempio l’intolleranza al lattosio, l’allergia al nickel, l’intolleranza al glutine (celiachia), possono essere comuni cause associate ad una ridotta funzionalità intestinale, ma a volte le cause possono essere solo legate a comportamenti errati, come la scarsa idratazione, carenza di fibre nella dieta, per bassi consumi di verdura frutta e cereali integrali.

Ci poi sono fasi della vita, come la menopausa, in cui la stitichezza si manifesta, perchè la parete intestinale, è ricca di recettori per gli estrogeni, e la caduta dei livelli ormonali che accompagna la fine dell’età fertile ne modifica il funzionamento, e compaiono diversi disturbi come il gonfiore addominale, mal di testa, reflusso gastro-esofageo, difficoltà digestive.

Pochi sanno che la stitichezza cronica è associata ad un maggior rischio di patologie cardiovascolari e di ipertensione, ben il 22% di rischio in più. Uno studio condotto su 73,047 in menopausa (Almoirago-Blotcher E, Crawford S, Jackson E.  Constipation and Risk of Cardiovascular Disease among Postmenopausal Women The Am J Med, 124, 8, 2011) che le donne che soffrivano di stitichezza avevano manifestato più eventi cardiovascolari di chi non ne soffriva.

È importante quindi non sottovalutare mai la stitichezza, e soprattutto nelle donne in menopausa, in cui l’aspetto nutrizionale e stile di vita vanno modificati radicalmente. Alimenti che possono aiutare a contrastare il problema e a riportare la funzionalità intestinale alla regolarità sono gli alimenti fermentati, come lo yogurt, il kefir, le verdure fermentate, il pane integrale con lievito madre, ma anche cereali integrali in chicco (farro, orzo avena, riso) che grazie ai fitosteroli che contengono, sono cardioprotettivi. Ricordarsi sempre che una corretta alimentazione va sempre associata ad attività fisica giornaliera che preveda camminate, corsa, o nordic walking, e ad un corretto stato di idratazione: l’acqua è fondamentale anche per il nostro intestino pertanto è bene ricordarsi sempre di bere durante la giornata, cominciando con un bel bicchiere al mattino appena sveglie.

by Renata Alleva