26 Aprile 2019

Tempo di depurazione, tempo di rigenerazione

In primavera, si sa, ci riaffacciamo a nuove energie dopo l’inverno. Ma effettivamente cosa accade in ognuno di noi? L’organismo riaffiora proprio come dopo gli animali dopo il letargo e prende diretto contatto con sé stesso ed il mondo circostante.

È frequente che nascano nuove esigenze dopo l’inverno: per alcuni maggiore vigore e vitalità, per altri maggiore attenzione al proprio ritmo e pacatezza. Il sistema linfatico è la naturale fonte dell’organismo e l’eliminatore di rifiuti. Il fluido linfatico circola in tutto il corpo per portare via i rifiuti cellulari e le tossine che assorbiamo attraverso l’ambiente e il cibo che mangiamo, e ci richiede un’attenzione in più in questo periodo: muoverci. Grazie alle giornate più lunghe abbiamo la possibilità di ristabilire un nuovo modo di essere nel quotidiano applicando rinnovate intenzioni e tradizionali conoscenze.

Le nostre indicazioni per questo mese che sboccia nel pieno delle festività di primavera? Eccole brevemente:

-ricerca molto la pulizia negli ambienti che frequenti: come nella tua casa anche fuori, un ambiente “pulito” è determinante per la salute e l’efficienza neurologica, fisiologica e psichica.

-passa quindi più tempo possibile all’aperto e cambia spesso l’aria nell’ambiente in cui vivi.

-definisci il tuo focus per questo periodo (2 mesi) con il tuo motto per la primavera: rigenerazione, detossinazione, depurazione, dimagrimento, mantenimento e scegli quali attività preferisci che rispettano la tua parola guida e prendi il tuo impegno con te stesso per farle con la frequenza che desideri.

-eleva la tua potenzialità respiratoria per migliorare vitalità e stato emotivo, richiama il più possibile la tua consapevolezza al respiro attraverso il quale possiamo eliminare il 75% delle tossine del nostro corpo. La quantità di tensione che libererai con questa pratica ti stupirà incredibilmente! Puoi fare qualcosa in modo autonomo per migliorare la tua vitalità e la tua funzionalità respiratoria, ancora meglio se ti fai guidare da un’insegnante qualificato.

-elimina qualcosa dalla tua routine quotidiana per far spazio al nuovo e se proprio non riesci alzati 20 minuti prima ogni giorno.

-rispetta il tuo corpo e offrigli la tua migliore scelta per integrare la tua volontà con la tua potenzialità: incoraggia nuovi stimoli per il tuo quotidiano, da solo o con gli altri e prendi spunto dalla natura che in primavera esprime creatività, colori e abbondanza!

In breve, per noi che siamo yoga addicted, trova il tuo Yoga oltre la pratica, oltre la postura, trova una forma di connessione rinnovata per la tua personale primavera, sii generoso con te stesso, elimina gli eccessi e incoraggia un nuovo equilibrio. Sia che si passi attraverso una transizione da una postura yoga a quella successiva, o dall’inverno alla primavera, indugiare nei momenti intermedi ci incoraggia a rallentare, muovere consapevolmente e trovare lo yoga oltre l’asana. Per informazioni più accurate e indicazioni personalizzate il centro Vinyasa Yoga Bologna è a disposizione per orientare la scelta e sopratutto mantenere la promessa di una primavera rinnovatrice per ognuno!

Namaste

by Vinyasa Yoga Bologna